17124789_606368466225431_197717264_n

Segno più per le donazioni turatesi

Il 2016 si è chiuso con uno straordinario risultato per la nostra sezione: 37 donazioni in più. Per intenderci, stiamo parlando di circa un mese di donazioni in più. A comunicarlo è stato, nel corso dell’assemblea annuale di venerdì scorso, il presidente Giusy Cozzi, complimentandosi con i segretari Paolo Mason, Giulia Falcone e Luisa Mantegazza per l’ottimo lavoro svolto nella gestione dei donatori e delle donazioni. Importante contributo è stato poi dato dalle autoemoteche dell’Avis di Milano, ospitate all’interno della Casa delle associazioni, che hanno permesso agli avisini turatesi di donare comodamente il sangue alla domenica e nel proprio paese, aiutando al contempo l’ospedale Niguarda di Milano che ha sempre bisogno di sangue. L’ultima iniziativa, in ordine di tempo, si è tenuta questa domenica e, per la prima volta, ben due autoemoteche hanno raggiunto Turate, consentendo la donazione di ben 55 volontari.

17093850_606368452892099_1910082640_n

Il presidente ha ringraziato tutto il consiglio direttivo che nel 2016 è cambiato, ampliandosi a 13 elementi, tra cui vari volti nuovi. Un grazie è andato a Fabio  Baldo ed Elisa Perotta per la stesura del bilancio, a Giusy Giampietro e Rosario Rasizzi Scalora per la gestione della sede, al vicepresidente Michele Deponti per tutte le attività di supporto svolte e a Davide Bellombra per la cura della comunicazione e per la direzione artistica di “Avis InCanto” e “The Christmas Telethon Show 2”. Il primo spettacolo ha permesso di finanziare gran parte dei lavori per la nuova sede (costati circa 8mila euro), mentre il secondo, come abbiamo già avuto modo di dire, ha contribuito insieme a offerte e alla vendita di cuori di cioccolato a destinare 3900 euro per la ricerca sulle malattie genetiche. Un ringraziamento anche a Riccardo Deponti e a Marco Pagani per il lavoro sulle convenzioni, al webmaster Riccardo Toffano, ai collaboratori Silvana Filippini (revisore dei conti), Anna Cariello, Davide Restelli e Luciano Toffano e al direttore sanitario Marco Simonini.

Un altro grande risultato è stato raggiunto dai nostri Luisa, Giulia e Michele che hanno assunto la qualifica di operatori laici Rcp (Rianimazione cardiopolmonare) in modo da offrire un ulteriore contributo ai nostri amici di “Cislago Cuore” e soprattutto a “Mettiamoci il Cuore Turate” dopo i defibrillatori installati in paese e nelle strutture pubbliche.