19366413_10212606902902867_7514048939877261116_n

Andrea, da bambino prodigio a “Senza di te”

Presentiamo oggi il quarto giudice tecnico di Avis InCanto 2. Si chiama Andrea Iovino, ha 29 anni, ma in pratica canta da quando è nato. Fin da piccolo, la sua passione più grande è infatti la musica, anche grazie alla nonna, la quale gli insegnava le prime canzoni.

19399162_10212612033191121_2759007498863270588_n

L’amore per la musica in Andrea cresce sempre più, a tal punto che canta tutto il giorno imitando i suoi cantanti preferiti.Capendo la sua grande passione, la famiglia di Andrea decide all’età di 7 anni di iscriverlo a un corso di pianoforte. Nonostante la sua perseveranza nello studio dello strumento e il continuo sostegno della famiglia (soprattutto del padre), Andrea sente che la sua strada non è quella giusta, gli manca qualcosa, il canto. All’età di 10 anni, Andrea partecipa al suo primo concorso canoro, classificandosi al primo posto con la canzone “Fuoco nel fuoco” di Eros Ramazzotti. Da qui in poi Andrea partecipa a diverse manifestazioni canore, grazie anche al suo professore di musica delle medie, il quale lo motiva ancora di più facendolo esibire in qualsiasi evento canoro scolastico. A 11 anni entra a far parte del coro della Chiesa del suo paese nativo, Gerenzano. All’età di 12 anni partecipa ad un altro concorso con la canzone “Perdere l’amore” di “Massimo Ranieri”, classificandosi al primo posto pur essendo il più giovane in gara. Sempre a quell’età è presente alle selezioni di “Bravo Bravissimo”, passando le prime 4 selezioni.

19366413_10212606902902867_7514048939877261116_n

A 13 anni partecipa al concorso “Il mondo è mio” condotto da Gino Tortorella, con la canzone di Adriano Celentano “Per Averti”, arrivando in finale. I 14 anni sono molto importanti perchè la famiglia capisce che è ora di iscriverlo a una scuola di canto, i miglioramenti arrivano immediatamente, infatti dopo poco tempo si presenta l’occasione di nuovo concorso dove Andrea porta il suo cavallo di battaglia “Perdere l’amore” di Massimo Ranieri. La reazione del pubblico fu incredibile al punto di far gridare e alzare in piedi tutta la piazza, acclamando le doti di questo ragazzino con la grinta di un uomo.Si classifica al terzo posto. A 15 anni si riesibisce allo stesso concorso con la canzone dei Pooh “La donna del mio amico”…e questa volta fu delirio. A 16 si iscrive alla scuola musicale di “Mussida” il “CPM” dove impara nuove tecniche di canto e perfeziona anche le tecniche corali. All’età di 18 anni partecipa al concorso “Il grillo cantante” con la canzone di “Claudio Baglioni” “Avrai” classificandosi al primo posto e aggiudicandosi la prima pagina del quotidiano “La Provincia”. Sempre a quell’età entra a far parte di un “Gruppo di musica da ballo” della provincia di Novara e comincia un periodo intenso di esibizioni nei vari locali della Lombardia.

11062376_10153715482362564_1834013757908522851_n

A 19 anni è presente alle selezioni di tre manifestazioni televisive, “Amici”, “X-Factor” e “Castrocaro” passando sempre le prime tre selezioni. All’età di 23 anni si esibisce al teatro “Giuditta Pasta” di Saronno con la canzone “Ci vorrebbe il mare” di Marco Masini, riscuotendo un ottimo successo da parte del pubblico e classificandosi al terzo posto. L’anno successivo si ripresenta alla stessa manifestazione con la canzone “Avrai” di Claudio Baglioni vincendo il premio della critica e classificandosi al secondo posto. I 24 anni sono la svolta nel mondo della musica per Andrea, infatti riesce ad esaudire uno dei suoi più grandi sogni, studiare canto lirico con l’insegnante Paola Manara. La musica classica con le sue infinite sfumature hanno influenzato in modo creativo la timbrica di Andrea aprendo nuovi orizzonti nel canto moderno. A 25 anni entra a far parte in una compagnia teatrale “Le nuove proposte”, dove per la prima volta scopre una realtà diversa da quella da lui vissuta, “Il Musical”, esperienza che lo farà crescere anche nell’ambito della recitazione.

22221856_1667227679974148_2331570724104038626_n

A 26 anni ci fu la vera svolta artistica con l’incontro del produttore “Max Cenatiempo”, titolare dell’etichetta discografica “Rymax Studio” con il quale intrapende un nuovo percorso per creare una nuova timbrica vocale, personale ed unica. A 27 anni realizza il suo primo book fotografico per costruire l’immagine dell’artista creando successivamente il sito web e la diffusione su tutti i social. Successivamente Andrea partecipa al Talent “Sanremo Music Awards”: Rimini, Villa D’Adda (BG), classificandosi direttamente in finale nazionale, Verdello (BG), ospite della serata e Sanremo, finale nazione vincendo una produzione discografica.

In questi giorni è uscito il suo primo singolo “Senza di te”, scritto da Massimo Tornese e prodotto da Max Cenatiempo.